FIDA - Federazione Italiana degli Artisti / Trento / Bolzano

 doris cologna 

Doris Cologna è diplomata all’istituto d’Arte “A.Vittoria” di Trento.

 

La Ricerca e la Sperimentazione sono parte vitale dell'artista che si specializza seguendo corsi nelle Città Italiane più importanti. Opera nel suo laboratorio a Cles, sa esprimersi in tutte le tecniche e con molti linguaggi tra cui anche il canto soprano a Soundscape e la Multimedialità d'Avanguardia e qualche poesia. Diverse le esposizioni personali e in collettiva.

 

Nel 1995 Vince il concorso “Il Palazzo Immaginato” Brentonico (Tn) e 2011 Vince il concorso “Comune di Zambana Ex Colonia località Santel” Zambana (Tn)
 

Scrivono di lei:

"...la Sperimentazione sono parte vitale dell'artista che dice: " l'arte è necessità, conflitto, bisogno assoluto, dialogo interiore che diventa realtà, estrema e sofferta azione che porta alla luce le sensazioni più intime, evasione, continua ricerca di se stessi nel gioco, che, con semplicità, porta ad un equilibrio perfetto."…

"...se guardi i suoi spazi cromatici, ascolti la sua musica ogni formella una nota, una frase, un respiro, tutto insieme una sinfonia...sembra immobile ogni cosa sulla terra se guardi le nuvole che vanno...sempre mai uguali..." Elena Fia Fozzer

"...ha saputo trovare i colori nascosti del suo essere vitale, sempre la stessa e sempre rinnovata...piccoli tocchi colorati quasi tessere di mosaico..."Franco A.Lancetti

 "...Tra noi e le nuvole non c'è questa grande distanza, è sufficiente crederci e le nuvole scendono a consolarci, sono dentro di noi, ambasciatrici di un cielo, cui aspiriamo da sempre nel dolore, nella gioia, nel dubbio, nel mistero, nella speranza...." Giorgio Ragucci Brugger
"Spettacolare melange di volti dalle espressioni piu intense, esaltate dalla maestria dell' autrice nel delineare i tratti degli occhi, dei visi... colpisce quella dimensione viva dei cromatismi che evoca un vissuto di donna sempre attivo e partecipe al mondo circostante!" Luigina Tomasi
"...una personalità prorompente, poetica e generosa, tanto da coinvolgere chiunque e farsi amare come una stagione sempre nuova."  Bepi De Marzi